Home         
 

                                                                  

Luzzara non dimentica

 

Promesse da ridicoli (2): Crisi economica e sostegno alle famiglie                     pub.   05/02/10

 

Ormai avvertiamo tutti che è iniziata la campagna elettorale, ce ne eravamo già accorti con la sfida alle primarie tra Cani e Costa. Tra i due il vincitore è Costa che prende in mano lo scettro del PD e puntualmente non si lascia sfuggire il momento di gloria che sta vivendo tramite la pubblicità gratuita che gli forniscono i giornali, essendo colui che porta avanti le tradizioni del PD locale, nel ruolo di chi rappresenta la continuità con la vecchia amministrazione, non può esimersi dal continuare anche con i metodi e le convinzione che gli elettori siano tutti dei coglioni.

Senza preoccuparsi della storia, decide di rigurgitare slogan utili solo per la campagna elettorale ma che ad un pubblico attento, dette da quella parte politica, suonano in un primo momento come ridicoli, ma poi, a ben pensarci sono molto più un insulto che non una barzelletta. Una volta, quando si parlava molto più comunemente il dialetto, si diceva “iè di ciocapiat”.

Ma con quale coraggio si permette di sfottere e umiliare ulteriormente coloro che, loro malgrado, stanno vivendo sulla loro pelle questa crisi economica? Come si permette di promettere iniziative a sostegno di coloro che sono stati colpiti dalla crisi? Ma con quale faccia tosta propone soluzioni miracolose se il suo predecessore ha prodotto solo debiti?

Nel teatrino nel quale hanno recitato il suo antenato e i suoi supporters, non c’è mai stato spazio per i problemi dei cittadini ma solo per quelli dei loro amici.

Mentre quasi tutti i comuni hanno messo in atto, anche se in forme diverse, iniziative per aziende e cittadini, atte ad alleviare le sofferenze dovute alla crisi, cosa ha fatto l’amministrazione Donelli?

Semplicemente nulla perché questa è stata la volontà sua e della sua Giunta.

Voglio ricordarvi la prima volta (ne sono succedute altre), nella quale il Sindaco Donelli ha dichiarato di non voler fare nulla deliberatamente:

 

DELIBERA di Consiglio Comunale  N.          18          DEL      23/03/2009

approvazione del programma triennale dei ll.pp. 2009/2011 e del relativo elenco annuale per l’anno 2009 nonche’ degli atti presupposti

 

Il Sindaco fa presente che eventuali emendamenti andavano presentati nei 7 gg successivi alla presentazione. Propone una variazione al bilancio (da presentare entro 15-20 gg massimo in Consiglio Comunale, no ad una semplice ratifica) per spostare risorse a favore di interventi a sostegno delle famiglie in difficoltà economica per effetto della crisi. Non compete al comune farsi carico di tali situazioni bensì ad altri soggetti. Il comune è interfaccia con il cittadino in difficoltà. L’intervento vuole essere un segnale che si innesta in altri interventi (Unione, Provincia, ecc.).

 

Certo, non è compito suo rispondere ai problemi dei cittadini, a lui servono solo i soldi delle loro tasse perché  con questi ci deve sostenere gli amici. Ha avuto persino il cattivo gusto di organizzare non una ma due iniziative a sostegno delle famiglie in difficoltà, la prima organizzata per il 14 Aprile (solo tre settimane dopo).

Potete rinfrescarvi la memoria scaricando il volantino da QUI.

Nonostante ciò, però non ha lesinato gli “aiuti agli amici”, già documentati su questo stesso sito come:

  •  

FINALMENTE!! Il Comune mette in atto la prima iniziativa anticrisi         pub. 09/09/09  Leggi l’articolo

In questa occasione viste le difficoltà dei ristoranti, pensa bene di fare uno sconto di 1/3 dell’affitto agli amici della casa cantoniera che lui ha voluto trasformare a spese dei cittadini, in ristorante.

 

  •  
Quando ormai la crisi era iniziata e non solo annunciata, trova il modo di “far volare”, insieme agli ardeidi (aironi), anche 45.000 euro che probabilmente però non vengono gestiti direttamente dalla consulta degli aironi ma …..da altri. Potete scaricare la Delibera di Giunta numero 67 del 29/05/2008 e la conseguente Determina numero 234 del 08/07/2008 ad oggetto” Potenziamento di habitat dell’avifauna (con particolare riferimento agli Ardeidi)”, nell’articolo: False le accuse di xenofobia e razzismo                         pub. 14/10/09  Leggi l’articolo

 

  •  

Oppure  interviene a sostegno degli amici della A.T.S. S.R.L. Ambiente Territorio Sicurezza con sede

in Reggio Emilia, con € 51.840 che vanno però aggiunti ai precedenti (quasi 30.000 euro). Potete scaricare la Determinazione n. 236  del 09/07/2008 ad oggetto: Affidamento incarico di consulenza a valenza ambientale-territoriale per la valorizzazione del territorio di Po e delle zone rurali del comune, dell’Ufficio Uso ed Assetto del Territorio (i cui dirigenti sono Carnevali e Bellini che ci sono costati 163.000 euro all’anno). Potete leggere l’articolo: E...uno, e...due, e...tre... Valenza ambientale e incarichi ATS s.r.l. di Reggio Emilia

pub. 17/10/09  Leggi l’articolo

Non dobbiamo dimenticare anche “altre forme di aiuto”, anch’esse ampiamente documentate in questo sito. Quante volte in Consiglio Comunale gli è stato ricordato di rinviare le spese non strettamente indispensabili e di smetterla di fare mutui?? Tante, tante volte!! Dobbiamo accettare ancora tutto ciò? In nome della continuità e del buon governo, come dice lo slogan sui manifesti del PD?? Spero che i cittadini aprano gli occhi, almeno ora che hanno i “cosiddetti” stretti in mezzo all’uscio e le prospettive non sono certo rosee, ma saranno sicuramente tragiche se insistono nel volersi fare del male e appoggiare questi commedianti, non certo buoni amministratori.

 

                                                                                                              

                                                                                                                                     Roberto Nosari