Home         
 

 

Sempre in tema di bilanci veritieri (bilanci e dissuasori)                 pubb. 06/11/2009

 

Persino L’Amministrazione Donelli si è resa conto che ha esagerato e per limitare il senso di nausea suscitato nei cittadini dal proprio operato, pur di non rischiare di lasciare incompiute le opere iniziate, non ha esitato a dirottare i costi su capitoli di interventi che nulla hanno a che fare con le opere stesse.

In un evidente bilancio annacquato, studiato in modo tale da apparire meno crudo, nel tentativo di mostrarsi credibile per coloro che da sempre si accontentano delle valutazioni superficiali, si può scoprire che nonostante i milioni di Euro spesi  per rifare strade, rotonde, dossi, incarichi agli amici, si fa uso di capitali destinati ad altri interventi pur di completare le opere programmate.

Mi riferisco ad esempio alla Delibera di Giunta numero 19 del 9 marzo 2009 “approvazione progetto lavori di costruzione linea elettrica per il porto delle Garzaie”, per la cui realizzazione vengono utilizzati € 61.020 messi a bilancio invece per la realizzazione della “pista ciclabile argine maestro”. Scarica

Abbiamo già visto come 48.407 Euro messi a bilancio per “Riqualificazione parco Lorenzini” o “Riqualificazione del centro storico”, siano invece serviti per allacciamenti di gas, acqua, illuminazione, cancelli, ecc. per consentire cioè agli amici di aprire un chiosco privato su terreno pubblico e con finanziamento pubblico. Leggi l'articolo. Senza poi parlare dell’ormai famoso RISTOCACA, il ristorante nella casa cantoniera che per dare l’opportunità agli amici di gestire un ristorante, è costato alla collettività ben più di 400.000 Euro, motivandone il costo come una necessità per il museo Naive che però è chiuso. Leggi l'articolo.

Anche i 45.000 Euro finalizzati agli Ardeidi leggi l'articolo, o gli 81.600 Euro di Valenza ambientale, pur imputabili all’area golenale, sono invece finiti a pagare consulenze poco chiare a tutto vantaggio degli amici. Leggi l'articolo.

Persino i paletti tanto voluti dalla popolazione, come afferma l’Amministrazione comunale, sono stati inseriti in capitoli di spesa ben diversi da dove dovrebbero essere, per esempio nella Determina 190 del 28/05/2008, i 33 diffusori stradali (come vengono chiamati) acquistati dalla ditta Neri Spa di Longiano (FC) e  destinati a via Dalai, costati 246,84 euro l’uno per un totale di 9.774,86 €, sono imputati al capitolo “Costruzione completamento di strade e piazze” invece che a via Dalai. Scarica

Quelli comprati 7 mesi dopo con Determina 403 del 23/12/2008 dalla ditta “GHISAMESTIERI s.r.l.” di Bertinoro (FC) e destinati ai centri storici di Codisotto e Casoni, sono in totale 95 per un costo unitario di 77.57€ (3,18 volte di meno dei precedenti, preventivo sbagliato?), costati 7.368,92€ ma imputati all’intervento 2.01.06.05 cap. 1, avente ad oggetto “Acquisto autovettura e arredi”. Scarica

Fa seguito una nuova fornitura di 60 dissuasori (paletti), con Determina 192  del 18/06/2009, ovviamente non dalla ditta che costa meno, ma da quella che li fa pagare 3,18 volte in più, cioè la Neri Spa di Longiano (FC), l’importo totale è di 14.810,40€ rinunciando a risparmiare più di 10.000€ . Invece che su via Dalai i costi vengono attribuiti: per € 10.000,00 all'intervento  ad oggetto  “Adeguamento segnaletica stradale” e per € 4.810,40 all'intervento ad oggetto “Lavori rifacimento integrale Via Matteotti”. Scarica

Ma se Cip, l’Arch. Dott. Bellini ha firmato la Determina, Ciop, il ragionier Carnevali (integratore dei pro-cessi), che divide con il primo la poltrona di responsabile dell’Ufficio Uso e Assetto del Territorio (in breve Ufficio Tecnico), non può non essere stato al corrente o non essersi accorto della “cosa” in quanto tutto è sotto al suo controllo informatico. Se poi proprio non si riesce a trovare la copertura finanziaria per i propri comodi, allora si possono utilizzare formule neutre che si adattano a tutte le occasioni, come la Determina 29 del 30/01/2006 sullo studio di “Community Impact Evaluation” commissionato all’arch. Maristella Caramaschi con studio a Pordenone (in fondo a destra poi a sinistra), per un totale di 20.563,20€. Scarica Cosa è la Community Impact Evaluation? In poche parole , per dirla alla Veltroni, è quella cosa alta ma anche bassa, corta ma anche lunga che sale ma anche scende, ecc… Che azzo ne so cosa significa o a cosa è servita? La traduzione, stando alle mie scarse conoscenze, potrebbe essere “valutazione di impatto sulla comunità”. Visto che i costi sono imputati ai professionisti esterni ma lo studio riguarda la zona industriale, non si capisce a cosa serva, dato che da almeno dieci anni si è deciso di ampliare l’area industriale e che quanto, come, ecc….si sapevano già. Di certo questi soldi non sono andati persi ma si sono fermati da qualche parte. Visti i tempi, non si potrebbe ripetere l’incarico per conoscere gli effetti sulla nostra comunità anche dei debiti che le prossime generazioni dovranno pagare con la prospettiva di non trovare lavoro e di avere i genitori che, quando va bene, sono in cassa integrazione?

In attesa che gli equilibristi del potere, Giunta e Consiglieri di maggioranza, sempre perfettamente allineati, si accordino su come presentare alla meno peggio il prossimo bilancio ai cittadini, impazienti di farci due risate, la redazione del guano Vi saluta cordialmente.

 

 

                                                                                                                                             Roberto Nosari