Home         
 

 

Amici, ma non per sempre?                                            pub. 05/04/2015

 

Come dice il detto “gli amici si vedono nel momento del bisogno” e come si voleva dimostrare quelli che volevano apparire come grandi amici, tanto che uno ha amministrato in perfetta continuità con l’altro e il “vecchio” sindaco è rimasto nel direttivo del PD locale insieme ai suoi fidi di allora diventati i fidi di Costa attuali, oggi che le autorità hanno posto l’attenzione su cose ben note da tempo ma sempre negate da amministratori e consiglieri di maggioranza, oggi che a tutti qualcosa stringe per il rischio di farsela sotto, si scopre che sono amici solo per mostrare la carta usata all’altro.

Troppo semplice lo scaricabarile soprattutto con coloro che si sono sempre bevuti tutto e così Costa continua a negare come sempre. Significativo uno degli articoli apparsi sulla stampa locale la settimana scorsa (Gazzetta di Reggio) nel quale l’attuale sindaco cerca di sventolare la propria verginità raccontando ancora una volta una delle sue balle e scaricando tutte le responsabilità sulla vecchia amministrazione dimenticando però di dire di averne confermato la metà e di essere sostenuto da una parte dei consiglieri di maggioranza che furono in prima linea a difesa di Donelli. Addirittura ipotizza un indennizzo per il comune, eppure non la pensava così quando nell’interrogazione di Ghidini e Perini si oppose alla delibera per utilizzare i soldi recuperati dal danno erariale prodotto in occasione dell’incarico all’integratore dei pro-cessi  e che vide condannati in primo grado Donelli e la sua Giunta.

Costa non può continuare a negare i documenti prodotti sul nuovo magazzino.

 

SCARICA I DOCUMENTI dei periodi di lavoro e delle interruzioni.

 

I lavori sono stati iniziati il 03 dicembre 2010 (Venerdi) e il direttore dei lavori un certo Dot. Arch. Fausto Bisi ordina all'impresa di sospendere i lavori per inclemenza stagionale il giorno 31/12/2010. In pratica all'inizio dei lavori, l'architetto Bisi, alla fine di dicembre si aspettava giornate afose e soleggiate come in agosto che però non ci sono state. Da ricordare che è trascorso più di un anno in mezzo dall'approvazione “ urgente” della realizzazione del magazzino (nemmeno un mese lavorato).

 

I lavori riprendono il 07/03/2011 (più di tre mesi dopo);

 

Fino ad ora gli atti di inizio lavori e le sospensioni sono firmati dal Dot. Arch. Bisi anche se lui viene incaricato con la Determina 86 del 09/06/2011 con la seguente motivazione:

CONSIDERATO che il Geom. Marco Iotti, Responsabile del Servizio Uso e Assetto del Territorio, a causa dei molteplici impegni e del pesante carico di lavoro, non  potrà occuparsi della direzione lavori e coordinamento sicurezza in fase di esecuzione dell'importante opera pubblica in realizzazione, considerando anche tutti gli adempimenti riguardanti la sicurezza nei cantieri ai sensi del D.Lgs. 81/2008

Come faceva l'Arch. Bisi a gestire i precedenti lavori senza esserne stato incaricato? E' evidente che il responsabile dell'ufficio tecnico in questo momento è Marco Iotti e non il precedente Massimo Bellini ed il sindaco era Costa e non Donelli.

N.B. Sul sito del comune non è più possibile scaricare tale Determina (coincidenza) ma la trovate QUI

 

I lavori vengono fermati nuovamente il 30/06/2011 in attesa di integrazione alla progettazione esecutiva impiantistica inseguito alla variante di progetto (lavori durati poco più di tre mesi). La variante al progetto è stata approvata dall'amministrazione Costa che oggi non può tirarsene fuori. Perché non ascoltate il passaggio del Consiglio Comunale del 22/09/2011 nel quale Costa dice di prendersi alcuni mesi di tempo per rivedere la funzione del nuovo magazzino?

 

ASCOLTA il sindaco sul magazzino.

 

I lavori riprendono il mercoledì 28/03/2012 (nove mesi dopo);

 

I lavori vengono sospesi nuovamente il venerdì 30/03/2012 a causa di infrazioni al D.L. 81/2008 dal CSE durante le lavorazioni in cantiere (problemi con la sicurezza sul lavoro), durata dei lavori due giorni;

 

I lavori riprendono il 02/04/2012;

 

I lavori vengono sospesi nuovamente il 21/05/2012, il giorno dopo il terremoto, in quanto per la messa in sicurezza dei fabbricati pubblici e privati vengono impiegate tutte le imprese disponibili sul territorio compresa l'impresa Savi costruzioni S.r.l. Nessun danno rilevato sulla struttura (durata dei lavori nemmeno due mesi);

 

I lavori riprendono il martedì 17/07/2012 (due mesi dopo);

 

Nuova sospensione dei lavori il mercoledì 18/07/2012 (il giorno dopo), a causa di nuove infrazioni al D.L. 81/2008 dal CSE durante le lavorazioni in cantiere (problemi con la sicurezza sul lavoro);

 

I lavori riprendono il venerdì 15/03/2013 (otto mesi dopo), questa volta a risolvere il problema della sicurezza non sono bastati due giorni ma otto mesi. Oggi però stiamo ancora aspettando l’inaugurazione ufficiale del nuovo magazzino che avverrà presumibilmente il 23 Maggio 2015, il sabato della settimana prima delle elezioni come è stato per la posa della prima pietra di quella struttura che è stata approvata con procedura d’urgenza non perché necessaria, come dimostrano i tempi ampiamenti dilatati della realizzazione, ma per poter evitare le procedure standard e i controlli che avrebbero potuto mettere in evidenza il dissesto finanziario del nostro comune.

 

                                                                                                                      Roberto Nosari