Home         
 

 

Dove mancano le righe e dove ve ne sono troppe

I soliti noti e la trasparenza che manca.                                                                          pub. 07/12/13

 

E’ ancora Bisi & Mercus ad usufruire della finanza pubblica del comune di Luzzara, con la determina del dirigente geometra Marco Iotti, questa volta con la numero 264  del 05/12/2012 ad oggetto:

“lavori di rifacimento asfaltatura tratti stradali e ripristino del manto di alcuni marciapiedi stradali nel territorio comunale. liquidazione studio Bisi & Merkus”.

Il responsabile dell’Ufficio Tecnico premette che:

  • che con determina del Servizio Uso ed Assetto del Territorio n°109 del 22/05/2011 veniva affidato al dott.arch.Bisi Fausto dello Studio Associato Bisi e Merkus  con sede in Reggio Emilia, Vicolo Trivelli n°6, l’incarico per la direzione lavori e coordinamento sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione dei lavori di rifacimento asfaltatura tratti stradali e ripristino del manto di lcuni marciapiedi stradali nel territorio Comunale di Luzzara, per un importo € 3.600,00 comprensivo di oneri e iva di legge, come previsto nel quadro economico;

 

E’ FALSO!

La determina 109 del 22/05/2011 non è mai esistita infatti è stata depositata la determina:

n. 109  del 06/07/2011 Oggetto: affitto passivo locali ex magazzino comunale – impegno anno 2011 ditta Ecogen.

La determina si riferisce all’affitto pagato dal comune per continuare ad utilizzare i locali che erano di sua proprietà ma venduti per realizzare il nuovo magazzino comunale. In quella data può solo essere compresa una determina che va dalla:

 

Determinazione n. 63  del 10/05/2011 Oggetto: interventi di  riqualificazione di alcune strade nel capoluogo del comune -            liquidazione studio BISI & MERKUS

Liquidazione al dott. arch. Bisi Fausto, incaricato per la progettazione  preliminare, definitiva, esecutiva, direzione lavori e coordinamento sicurezza ….. relativa agli interventi di riqualificazione di alcune strade nel capoluogo del Comune (Via Filippini, Piazza Toti, Via Compagnoni, Via Avanzi e Piazza Nodolini), per un importo al lordo di contributo previdenziale ed IVA ammontante a € 119.462,40;

Determinazione n. 86  del 06/06/2011 Oggetto: affidamento incarico professionale per la direzione lavori e coordinamento sicurezza e tutti gli adempimenti riguardanti la sicurezza nei cantieri ai sensi del d.lgs. 81/2008 per la realizzazione del nuovo magazzino comunale e nuova sede protezione civile.

Il responsabile del Servizio determina:

DI AFFIDARE all’Arch. Bisi Fausto dello Studio Associato Bisi & Merkus, l’incarico per la direzione lavori e il coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione dell’importante opera pubblica in realizzazione, per una spesa di € 34.857,68 oltre oneri previdenziali e IVA di legge;

 

Opera pubblica per la quale la ditta Savi aveva ricevuto 180.000 € come primo saldo per lo stato avanzamento lavori determina 254 del 15/12/2010, sei mesi prima che Bisi $ Merkus potessero ricevere l’incarico e da allora il magazzino comunale non è mai stato toccato!

 

Sempre redatta dall’ufficio “Uso ed assetto del Territorio” a firma del geometra Marco Iotti, troviamo la determina 206 del 04/12/2012 ad oggetto: “lavori di manutenzione straordinaria liquidazione alla ditta asfalti Dorigo srl”. Altro nome ricorrente quindi. Nel documento si richiama la determinazione 261 del 29/12/2011 ad oggetto “lavori di manutenzione stradale in centro storico. Affidamento lavori ditta asfalti Dorigo srl”.

Nel sito del comune tale determina non esiste in quanto l’elenco termina con la determina 206, ad oggetto: “approvazione elenco delle domande ….. ammissibili al contributo di cui alla legge 09.01.1989 n. 13, …”,

non si nulla di più, non la data di emissione e tantomeno il testo in quanto non sono disponibili al pubblico.

 

Ma quanti documenti taroccati e quante righe mancanti dobbiamo ancora subire prima che si faccia finalmente ordine? Il nostro comune si è lasciato sfuggire figure professionali molto apprezzate nei comuni ove si sono trasferite ed immagino si sia tenuto il top dei tecnici. Allora viene da chiedersi: è questa la capacità e competenza richiesta ad un dirigente del comune? Queste continue “distrazioni” a favore degli stessi soggetti sono proprio involontarie o c’è dell’altro?

 

                                                                                                                                 Roberto Nosari