Home         
 

 

Indiana Jones e i predatori della pietra perduta.                        Pub. 07/07/10

 

Il giorno prima delle elezioni c’è stato un gran fermento, tutto doveva essere inaugurato prima di domani:la pista ciclabile sull’argine; in nuovo magazzino comunale e la sede della protezione civile; anche le fogne di Codisotto dovevano avere il loro cantiere aperto. Sembrava la scadenza del 31 Dicembre 1999, di quando l’incertezza oscillava tra millennium bug e fine del mondo, una gran fretta  che doveva tradursi in evidente tornaconto elettorale (puntualmente smentito dagli amministratori di allora e di oggi). Noi siamo qui a ricordarvi quanto non ci siamo sbagliati, non con slogan che si perderebbero nel tempo ma con documentazione certa!

Il folto pubblico che ha partecipato con interesse  alla posa della prima pietra del magazzino comunale, alla quale ha fatto seguito, come ovvio, il doveroso rinfresco offerto dalla amministrazione comunale e servito da due dipendenti comunali

 

 

 

 

 

 

 

 

che, pur essendo la manifestazione di sabato e in orario di ricevimento al pubblico, si sono sacrificate, hanno chiuso gli uffici e hanno dato la loro disponibilità.

Oggi, dove erano state piantate frettolosamente le paline e sulle righe bianche alle quali in pochi hanno creduto, è cresciuta l’erba  alta quanto il cancello che a sua volta è stato dato per perso e ostruito da cumuli di immondizie. E la pietra? Quella, piantata forse troppo in profondità, stenta a germogliare.  

 

E tutte le polemiche sul magazzino? Vere? False? Perché non se ne parla più? Perini, insieme agli altri consiglieri di opposizione hanno chiesto di istituire una commissione consigliare per verificare se vi siano o meno azioni irregolari e fare chiarezza sulla faccenda, la maggioranza ha rifiutato categoricamente e votando contro, ha impedito di fare luce su questa ed altre vicende che sono stato frutto di polemiche anche accese durante la campagna elettorale. Cerchiamo quindi di capire il perché e cosa può essere successo.

 

Durante la campagna elettorale, il candidato sindaco Costa sul suo sito, diceva che gli è stato impedito di leggere un documento. Questo documento lo potete SCARICARE QUI

Il documento attesta che la sede della Associazione Paese Pronto, attualmente in via Circonvallazione Ovest 25 a Luzzara, dopo la visita di un Funzionario, è stata positivamente valutata come sede del distaccamento VVFF volontari ….  che la stessa associazione non è contraria ad una eventuale nuova sede SE i locali previsti rispetteranno le prescrizioni disposte dai Vigili del Fuoco …… Anche sul Resto del Carlino del 24/03/2010 sia Paese Pronto che Antenna Amica dicono di attendere ancora l’approvazione del dipartimento dei Vigili del Fuoco e si riservano di valutare il nuovo magazzino solo dopo la realizzazione e se i locali rispetteranno le prescrizioni, cosa che attualmente non è.

Ricorderete anche un articolo pubblicato il 22 Dicembre 2009 “Concerto di Natale” LEGGI. Allora inserimmo anche una lettera inviata dal presidente di Antenna Amica (associazione di protezione civile) che addirittura proponeva di cambiare la destinazione d’uso della struttura in nuova sede del PD locale (ancora non si sapeva dello stretto legame con l’IDVP, l’Italia Dei Valori Perduti che ha digerito tutto).

Anche l’altra associazione di protezione civile, Paese Pronto, disse allora che non sarebbe servita a nulla tale struttura e che era del tutto inadeguata. Se permettete, vorrei suggerire alcune domande:

Se Paese Pronto non andrà mai nella nuova struttura perché piccola e non adatta allo scopo ed anzi ne ha già una abilitata, molto più grande e adatta anche come sede per la propria associazione , cosa se farebbe ora di un piccolo spazio nel nuovo magazzino? Perché allora ha partecipato alla manifestazione della “posa della prima e ultima pietra” ? Non aveva nulla da guadagnarci e nulla da perdere, o no? Se però le amicizie del nuovo sindaco e del Pd locale fossero state utili per ottenere un finanziamento di 10.000 euro che so…. magari dalla Fondazione Manodori?  Una presenza di un un’ora potrebbe però valere un simile importo e i principi di questi tempi non sono poi così forti. Ma anche Antenna Amica ha ottenuto finanziamenti “insperati”? No, in questo caso non risultano interessi diretti dell’associazione e la partecipazione del Presidente alla “posa”, secondo radio marciapiede, è dovuta solo al “convincimento” dei soci da parte di un paio di loro (che hanno voce in capitolo) e che si dice abbiano ottenuto riconoscimenti in seguito ai numerosi rapporti orali intercorsi prima, durante e dopo le elezioni, con esponenti dell’amministrazione.

Premetto che io non sono certo colui che si scandalizza, ad esclusione della repulsione per il falso moralismo del clero che condanna il preservativo o la fecondazione artificiale ma protegge i preti pedofili, mi auguro però che tra i rapporti orali di cui mi giunge comunicazione, vi sia spazio anche per brevi rapporti verbali.

 

 

                                                                                                                     Roberto Nosari